PraticaLO - Lo sport nel Lodigiano
Prima puntata
 
GP CASALESE

Il Gruppo Podistico Casalese nasce nel 1981, quando la corsa amatoriale di massa non è ancora diffusa come pratica sportiva. Si tratta perciò di una sfida raccolta da Adriano Violanti che, sostenuto da G. Bramè, V. Grossi e T. Donelli, getta le basi di una società oggi in continua ascesa.
I colori della squadra sono, sin dal primo giorno, il bianco e il rosso: giusto omaggio ai colori ufficiali della città di Casalpusterlengo.
Sono in pochi all’inizio a credere nel progetto: si parte con 21 amici accomunati dalla passione per la corsa, ma il numero è destinato ad aumentare, rendendo il GP Casalese uno dei punti di riferimento del podismo lodigiano.
In soli due anni, nel 1983, è già possibile organizzare la prima di una lunga serie di manifestazioni competitive, anche se la “fama” giunge l’anno seguente con la partecipazione alla prima edizione de “La Caminada de Casal”: dal 1985 iniziano, non a caso, ad arrivare anche gli sponsor.
Aumentano i tesserati, aumentano gli sponsor, aumentano dunque le discipline offerte dal GP Casalese: perché limitarsi alla corsa se si possono includere altre specialità dell’atletica leggera? 
Detto fatto. Con la collaborazione del prof. Cremonesi e grazie alla palestra dell’ Itis è ora concreto l’intento di avvicinare i giovani alla “regina degli sport” e, non vi erano dubbi, i risultati non lasciano a desiderare.
Dal 1986 il GPC non ha mai smesso di pensare a nuovi modi per richiamare l’attenzione sullo sport: dalla originalissima “Corsa fra i presepi “ (che freddo il 6 gennaio!) al Trofeo dello Sport (rivolto ai ragazzi) e alle varie corse per raccolta fondi.
In un attimo ritroviamo i podisti di Casale anche alla maratona di New York (dal 1987) – e a molte altre. Che si corrano i fatidici 42 km (a volte di più, a volte di meno) a Pizzighettone o a Londra poco importa, non  si butta via nulla. L’essenziale è correre, correre, correre: il nome di Casalpusterlengo viene portato nel mondo.
Sull’onda dei successi incrementano i tesserati, i record, i chilometri percorsi e i podi conquistati ai societari su pista… il GP Casalese è ormai inarrestabile!
 
 
La fama non darà mai alla testa ai nostri podisti preferiti, anzi. Fra una gara e l’altra in giro per il mondo  si ricordano sempre del loro territorio e dei loro concittadini. Un esempio? L’organizzazione dei “Laus Open Games” (dal 2007) per gli atleti disabili, rifocillati a dovere una volta terminata la giornata dagli ottimi cuochi-corridori. Non vi basta? Dal 2008, durante la Giornata Ecologica, si corre a raccogliere la spazzatura lasciata nelle aree fra Casale e Somaglia. Inutile dire che piovono premi e riconoscimenti per le attività svolte.
Per il 30° anno dalla fondazione si percorre la Lourdes-Casale: 1149 Km per riflettere e stare con gli altri (ma soprattutto per stare con se stessi). È’ un qualcosa che va oltre la semplice corsa; è difficile poterlo immaginare se non si è mai affrontata un’esperienza simile. 
Recenti iniziative sono la Corsa del Cesaris, il Memorial Francesco Fiornai e il Gruppo di Cammino (volto a far compagnia agli anziani).
 
Se vi state chiedendo qualcosa del tipo: “ma perché mi deve venir  voglia di correre e faticare per chilometri???”, la risposta suona vagamente come un “perché… sì!”. Non c’è una vera ragione, né tantomeno una ragione universale, ognuno ha la propria… perché non provate a fare un salto dagli amici del GP Casalese per provare in prima persona l’esperienza e trovare la vostra personale “ragione di corsa”?  
Come dimostrato da questa magnifica squadra, correre non è solo bruciare calorie coordinando i veloci movimenti di gambe e braccia. C’è molto di più. E noi ringraziamo il GP Casalese per tutto quello che ha fatto, che sta facendo e che certamente continuerà a fare.
 
Silvia Zaggia
Ringrazio Gabriele Ferrari, GP Casalese, per avermi mandato del materiale
Per info, sito  www.gpcasalese.org
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di pi o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

  Accetto cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information